La cucina di tricchi trocchi

Il cornetto cuore di panna e il gelato bomboniera

Difficoltà

Media

Dosi Per

Vedasi ricette

Preparazione

1,30 Ore

Cottura

5 Minuti

Lista ingredienti per n. 8 cornetto cuore di panna

1 litro di panna fresca senza zucchero

50 gr. di zucchero semiolato

25 gr. di amido di mais

110 gr. di latte condensato

3 bustine di vanillina

250 gr. di cioccolato fondente al 70%

Granella di nocciole

8 coni arrotolati con diametro 4,5 cm.

Lista ingredienti per il gelato bomboniera

250 gr. di panna liquida senza zucchero

115 gr. di latte condensato

Una bustina di vanillina

200 gr. di cioccolato fondente al 70%

Un cucchiaio di olio di semi

Utensili richiesti

Stampo in silicone a semisfere 4,5 cm.

Carta forno

Teglie usa e getta

Una cucitrice

Step preparazione cornetto cuore di panna

1

Sciogliamo a bagnomaria il cioccolato e con l’aiuto di un pennello glassiamo l’interno di ogni cono. Successivamente capovolgiamoli e immergiamo la base creando un anello sulla circonferenza ed infine, con l’aiuto di un cucchiaino, facciamone cadere un po’ sulla punta. Poniamo in freezer in piedi per almeno due ore. Per farli stare in piedi potremo usare delle tazze oppure, come ho fatto io, forare una teglia usa e getta. Per sapere come fare guarda il  procedimento per assemblare i coni gelato mignon Step N. 1 https://www.lacucinaditricchitrocchi.it/i-coni-gelato-mignon/ Trascorso questo tempo arrotoliamo della carta forno su ogni cono e fissiamola con una cucitrice. La carta dovrà essere alta circa 6 cm. rispetto alla base del cono.

2

In un pentolino versiamo 350 gr. di panna prendendola dal totale, aggiungiamo lo zucchero semolato, una bustina di vanillina e poniamo sul fuoco. Mescoliamo di continuo con una frusta e aggiungiamo l’amido di mais setacciato poco per volta. Spegniamo il fuoco non appena la crema comincerà appena ad addensarsi. Non lasciamola troppo sul fuoco perchè raffreddandosi diventerà ancora più compatta. Quando sarà fredda mettiamo la pellicola a contatto e riponiamola in frigorifero per un paio d’ore.

3

Dopo avere messo il cestello della planetaria nel freezer insieme alla frusta per montare ed alla rimanente panna liquida e tutto sarà molto freddo, iniziamo a montare la panna a cui avremo aggiunto le rimanenti due bustine di vanillina. A metà aggiungiamo anche il latte condensato freddo di frigorifero. La panna dovrà risultare molto ferma. E’ consigliabile utilizzare una panna di ottima qualità.

4

Aggiungiamo alla panna montata la crema ormai fredda e con l’aiuto di una spatola mischiamo i due composti con movimenti delicati dall’alto verso il basso per non smontare la panna. Versiamo il composto dentro ad una sac à poche usa e getta, tagliamo la punta ad una larghezza di circa 3 cm. e riempiamo prima l’interno dei coni e poi continuiamo creando la calotta che dovrà avere unìaltezza di circa 5 cm partendo dalla base. Successivamente con una sac à poche con beccuccio stretto facciamo cinque raggi che partono dal centro e riempiamo le parti rimaste scoperte con il restante cioccolato fuso rimasto nel pentolino che nel frattempo avremo sciolto nuovamente a bagnomaria. Decoriamo infine con granella di nocciole. Poniamo i coni in freezer in piedi per circa 4 ore e prima di servirli lasciamoli a temperatura ambiente per almeno cinque minuti. Prima di consumarli eliminiamo la carta forno facendo attenzione ad eliminare anche i punti metallici.

Procedimento per il gelato bomboniera

1

Sciogliamo il cioccolato a bagnomaria e con l’aiuto di un pennello spennelliamolo dentro alle calotte dello stampo. Facciamo questa operazione una prima volta, poniamo in freezer per qualche minuto e poi ancora una seconda volta in modo da creare una glassatura ben spessa.

2

Con l’aiuto di una sac à poche riempiamo le calotte con la panna montata che avremo preparato aggiungendo fin dall’inizio il cucchiaino di zucchero e la vanillina e a metà anche il latte condensato freddo di frigorifero. E’ consigliabile tenere per circa 10 minuti in freezer il cestello della planetaria, la frusta e la panna liquida. Una volta riempiti gli stampi riponiamo in freezer per circa due ore. Trascorso questo tempo rimettiamo il pentolino con il cioccolato sul fuoco e sciogliamo nuovamente quello avanzato. Aggiungiamo un cucchiaio di olio di semi per renderlo fluido, mescoliamolo bene e con l’aiuto di un piccolo pennello spennelliamo il cioccolato alla base delle calotte. Riponiamo in freezer per un’altra ora, poi sformiamole e serviamole.

Utile da sapere!

Per garantire una montatura ottimale utilizziamo sempre una buona panna e, ove possibile che sia ad uso pasticceria.


I sofficini

Difficoltà

Facile

Dosi Per

4 Persone

Preparazione

30 Minuti

Cottura

3 Minuti

Lista ingredienti per i sofficini

180 gr. di farina 00

180 gr. di latte parzialmente scemato

40 gr. di burro

2 uova

Sale q.b.

Pan grattato q.b.

Olio di semi q.b.

Lista ingredienti per il ripieno al formaggio

Mozzarella per pizza q.b.

Galbanino q.b.

Lista ingredienti per il ripieno al pomodoro e mozzarella

Salsa di pomodoro pronta q.b.

Amido di mais q.b.

Zucchero q.b.

Sale q.b.

Origano q.b.

Mozzarella per pizza q.b.

Lista ingredienti per il ripieno al prosciutto e mozzarella

Besciamella pronta q.b.

Prosciutto cotto alta qualità

Mozzarella per pizza q.b.

Pepe q.b.

Utensili richiesti

Stampo in silicone a semisfere 4,5 cm.

Carta forno

Teglie usa e getta

Una cucitrice

Procedimento

1

In un tegame antiaderente versiamo il latte, aggiungiamo il burro, un pizzico di sale e appena inizia a bollire versiamo immediatamente la farina in un’unica soluzione. Spostiamo dal fuoco e mescoliamo molto velocemente con un cucchiaio di legno fino a quando non sarà stata tutta inglobata e la pasta avrà assunto una consistenza morbida. Rimettiamo sul fuoco per qualche secondo sempre mescolando. Riuniamo la pasta, con l’aiuto di una spatola impastiamolo e avvolgiamolo dentro alla pellicola trasparente. Facciamolo raffreddare a temperatura ambiente oppure in frigorifero. Una volta freddo riprendiamo l’impasto e sempre appoggiandoci a della carta forno impastiamo energicamente fino a che non sarà diventato liscio. 

2

Con l’aiuto di un mattarello stendiamolo sottilmente il nostro impasto, ricaviamo dei dischi grossolani di una misura più grande rispetto allo stampo, disponiamoli su di esso e mettiamo al centro i condimenti. I ritagli di pasta potranno essere reimpastati. Per i sofficini al formaggio sminuzziamo in parti variabili la mozzarella per pizza e il galbanino. Basteranno 40 gr. di condimento per ogni sofficino. Per i sofficini al pomodoro e mozzarella aggiungiamo per ogni 250 gr. di salsa di pomodoro pronta un cucchiaio raso di amido di mais. Poniamo sul fuoco, aggiungiamo un po’ di zucchero, di sale e facciamo restringere leggermente il pomodoro (non troppo perché una volta freddo si addenserà ancora un po’). Non appena freddo aggiungiamo l’origano e disponiamo al centro del nostro impasto un paio di cucchiai di pomodoro e la mozzarella che avremo precedentemente triturato. Per i sofficini al prosciutto e mozzarella aggiungiamo per ogni 120 gr. di besciamella 65 gr. di prosciutto cotto di alta qualità tagliato finemente, 40 gr. di mozzarella per pizza in piccoli pezzi e il pepe.

3

Non appena avremo avremo riempito i nostri sofficini con i vari condimenti chiudiamo lo stampo, facciamo una pressione in modo che i lati si sigillino bene ed eliminiamo la pasta in eccesso. Se non abbiamo uno stampo a disposizione creiamo i dischi aiutandoci con una tazza del diametro di circa 12 cm. e dopo avere inserito al centro i condimenti spennelliamo dell’acqua sui bordi. A questo punto chiudiamo il sofficino a mezzaluna e premiamo i bordi con i rebbi di una forchetta in modo da sigillarli per bene e non fare fuoriuscire il condimento in cottura.  Passiamoli nell’uovo sbattuto e nel pangrattato.

4

Dopo avere passato i sofficini nell’uovo e nel pangrattato è consigliabile disporli su un vassoio che disporremo in frigorifero per circa un’ora e che copriremo con uno strofinaccio. Questo passaggio li renderà più sodi durante la frittura. Naturalmente potremo decidere di saltare questo passaggio e di friggerli subito dopo la loro preparazione. Adesso riscaldiamo dell’olio in una padella e friggiamoli da entrambi i lati. In alternativa disponiamoli su una teglia ricoperta con carta forno, irroriamoli con dell’olio e cuociamoli in forno ventilato caldo a 180° per circa 15-20 minuti e comunque fino a doratura. Serviamoli con un contorno di verdure.

Utile da sapere!

Una volta panati i nostri sofficini potranno anche essere surgelati. Prima di cuocerli è consigliabile scongelarli un po’. In alternativa friggiamoli in olio caldo ma a fiamma bassissima per evitare che si brucino in superficie rimanendo congelati all’interno.


I gelati anni 80: cucciolone, piedone e blob (cono palla)

Difficoltà

Media

Dosi Per

Vedasi ricette

Preparazione

1,30 Ore

Cottura

5 Minuti

Lista ingredienti per 12 biscotti cucciolone (6 gelati)

1 litro di panna fresca senza zucchero

50 gr. di zucchero semiolato

25 gr. di amido di mais

110 gr. di latte condensato

3 bustine di vanillina

250 gr. di cioccolato fondente al 70%

Granella di nocciole

8 coni arrotolati con diametro 4,5 cm.

Lista ingredienti per il gelato cucciolone al cioccolato

250 ml. di panna fresca senza zucchero

115 gr. di latte condensato

Due cucchiai colmi di cacao amaro

Una bustina di vanillina

Un cucchiaino di zucchero bianco

Lista ingredienti per il gelato cucciolone alla panna

250 ml. di panna fresca senza zucchero

115 gr. di latte condensato

Una bustina di vanillina

Un cucchiaino di zucchero bianco

Lista ingredienti per il gelato cucciolone allo zabaione

200 gr. di panna liquida senza zucchero

4 tuorli medi

100 gr. di zucchero bianco

100 gr. di latte intero

25 gr. di amido di mais

Un cucchiaio di Marsala (facoltativo)

Lista ingredienti per 4 gelati piedone

250 ml. di panna liquida senza zucchero

260 gr. di fragole mature

60 gr. di zucchero a velo vanigliato

50 gr. di latte intero

Lista ingredienti 6 gelati blob

500 ml. di panna liquida senza zucchero

320 gr. di latte condensato

20 gr. di topping al caramello

2 bustine vanillina

4 coni arrotolati

Lista ingredienti per la copertura del gelato blob

800 gr. di cioccolato al latte

Granella di nocciole q.b.

6 cucchiai di olio di semi

Utensili richiesti

Stampo in silicone a semisfere 4,5 cm.

Carta forno

Teglie usa e getta

Una cucitrice

Procedimento per il gelato cucciolone

1

Innanzitutto prepariamo il coppapasta per fare i biscotti. Indossiamo dei guanti, prendiamo una teglia in alluminio rettangolare, la più grande che c’è in commercio, e con l’aiuto di un paio di forbici preleviamone la base appiattendola con un mattarello. Tagliamo una striscia larga circa 6 cm., poniamogli al centro una striscia di cartone larga la metà e ripieghiamo quella in alluminio sopra quella in cartone. Per quanto riguarda il cartone potremo utilizzare una scatola di spaghetti oppure di purè. Con l’aiuto di un righello pieghiamo la striscia in quattro angoli retti ricavando un rettangolo di 10×6,30 cm. Le parti sovrapposte andranno rivolte verso l’interno lasciando all’esterno la parte liscia. Appiattiamo ulteriormente la forma con l’aiuto di una pinza.

2

Adesso prepariamo 12 biscotti con cui faremo 6 gelati. Per prima cosa versiamo in una planetaria il burro freddo a piccoli pezzetti e la farina. Montiamo il gancio a foglia e impastiamo per circa 10 minuti a velocità media. Quando il burro sarà stato  incorporato e la farina sarà diventata sabbiosa inseriamo lo zucchero a velo, il cacao, un cucchiaio raso di malto liquido o di miele, l’uovo a temperatura ambiente e un pizzico di sale. Continuiamo ad impastare fino a quando la pasta diventerà morbida.

3

Trasferiamo l’impasto su un piano da lavoro, creiamo una palla, copriamola con della pellicola trasparente e riponiamo in freezer per 30 minuti o per un’ora in frigorifero. Trascorso questo tempo stacchiamone un quarto riponendo il resto in frigorifero. Impastiamolo un po’, stendiamo la pasta su della carta forno con il mattarello e con l’aiuto del coppapasta creiamo dei rettangoli alti circa 3 mm. In alternativa aiutiamoci con un righello. Eliminiamo la parte di pasta in eccesso, smussiamo trasversalmente gli angoli trasversalmente con l’aiuto del coltello e incidiamo dei triangolini al centro delle due estremità. Qualora durante la stesura si dovessero creare delle crepe all’impasto basterà ripassare il mattarello delicatamente per ricompattare la pasta. A questo punto tagliamo la carta forno lungo il perimetro del biscotto e riponiamo in frigorifero per cinque minuti o anche di più. Inforniamo in forno caldo ventilato a 170° per 10 minuti ma non di più per evitare che diventino duri.

4

Una volta che si saranno raffreddati e asciugati, con l’aiuto di un pennarello marrone per alimenti a punta disegniamo delle vignette divertenti inserendo dei fumetti ai nostri personaggi.

5

Adesso prepariamo il gelato allo zabaione. Io ne ho fatto un po’ di più ma volendo potremo dimezzare le dosi. Dentro ad una ciotola versiamo quattro tuorli d’uovo, 100 gr. di zucchero bianco e con uno sbattitore elettrico rendiamoli chiari e spumosi. Trasferiamo il composto dentro ad un tegame, aggiungiamo il latte, l’amido di mais e mescoliamo fino a quando il composto non si sarà addensato. Spegniamo e lasciamo raffreddare completamente. Riponiamo in frigorifero fino all’utilizzo coprendo con della pellicola trasparente  a contatto per evitare che si asciughi in superficie.

6

Con l’aiuto di una planetaria montiamo 250 ml. di panna liquida che ci garantirà un composto fermissimo e ben spumoso. Per ottenere un buon risultato è consigliabile che oltre alla panna, anche la frusta e la ciotola occorre che siano freddeo. Una volta montata la panna, con l’aiuto dello sbattitore elettrico frulliamo la crema allo zabaione a cui avremo aggiunto il Marsala (facoltativo) fino a quando non avremo ottenuto una crema vellutata e senza grumi. Adesso aggiungiamo alla crema circa quattro cucchiai colmi di panna montata e continuiamo a montare fino a quando non avremo creato una crema compatta che somigli a una pomata. E’ importante aggiungere la panna gradualmente perché in base alla sua consistenza potremo avere necessità di metterne un po’ di più oppure un po’ di meno. Riponiamo il gelato dentro ad una sac à poche usa e getta, chiudiamola in superficie e riponiamola in frigorifero fino al suo utilizzo.

7

Adesso dedichiamoci a preparare il gelato al cioccolato e alla panna. Anche in questo caso ne ho fatto un po’ di più da conservare in freezer, ma volendo potremo dimezzare le dosi. Montiamo 500 ml. di panna fresca con una planetaria (è il quantitativo totale del gelato al cioccolato e alla crema), a cui avremo aggiunto due bustine di vanillina e un po’ di zucchero. Vale sempre la regola che la panna, la frusta e il cestello dovranno essere freddi. A metà aggiungiamo gradualmente i 230 gr. totali di latte condensato che avremo tenuto per un po’ in frigorifero e continuiamo a montare. Non appena pronta dividiamola a metà, in una aggiungiamo due cucchiai abbondanti di cacao amaro continuandola a montare fino a quando sarà molto spumosa, mentre l’altra la lasceremo al naturale. Anche in questo caso dovremo ottenere due creme della consistenza delle pomate. Versiamo i composti in due sac à poche usa e getta, sigilliamole e riponiamole in frigorifero fino al loro utilizzo.

8

In una teglia di alluminio ricoperta con della carta forno disponiamo sei biscotti con la base rivolta verso l’alto, tagliamo una alla volta la punta della sac à poche (dovremo fare un’apertura grande che lasci passare tanto gelato) e alterniamo il gelato alla crema, quello al cioccolato e quello allo zabaione. Copriamo con i biscotti precedentemente disegnati e riponiamo in freezer per circa sei ore. Prima di mangiarli facciamoli ammorbidire. Se vogliamo renderli più belli esteticamente, dopo qualche ora livelliamo lateralmente il gelato con una paletta.

Procedimento per il gelato piedone

1

Innanzitutto prepariamo quattro stampi per i Piedoni. Procuriamoci una grande teglia in alluminio che non sia troppo spessa, indossiamo dei guanti e con l’aiuto di un paio di forbici preleviamone la base appiattendola con un mattarello (vedasi foto 1 step 1 del cucciolone). Tagliamo una striscia alta circa 4 cm. e ripieghiamo entrambi i lembi verso l’interno. Adesso la nostra striscia dovrà essere alta circa 2 cm. Appiattiamola prima con un mattarello e poi, aiutandoci con il manico di un cucchiaio di legno, rendiamola flessibile. Con un po’ di pazienza creiamo la forma del piedone che dovrà essere di circa 7×12 cm, fissiamo le due estremità con dello scotch ed infine creiamo una fessura alla base, nella quale inseriremo un bastoncino in legno per ghiaccioli. Al contrario dello stampo del cucciolone qui la parte della striscia sovrapposta andrà rivolta verso l’esterno. Ora prendiamo un sacchetto per surgelati, tagliamolo di una misura leggermente più grande rispetto alla base dello stampo e fissiamolo a quest’ultimo con dello scotch. In alternativa potremo usare degli stampi in silicone.

2

Adesso prepariamo il gelato. Il quantitativo è per circa 4 piedoni (dipende dalle misure degli stampi). Priviamo le fragole del picciolo, versiamole in un contenitore e con un frullino ad immersione riduciamole in purea. Passiamola per due volte attraverso un colino a maglie strette per eliminare i semini. Montiamo leggermente la panna con una planetaria facendo attenzione a lasciarla quasi liquida. Aggiungiamo la purea, lo zucchero, il latte e mescoliamo con una spatola. Versiamo negli stampi, muoviamoli un po’ per livellare il composto e disponiamoli in freezer per almeno quattro ore coperti con della pellicola.

Procedimento per il gelato blob

1

Adesso vediamo la ricetta per fare quattro gelati blob. Per prima cosa sciogliamo a bagnomaria 180 gr. di cioccolato e una volta fuso, con l’aiuto di un pennello per alimenti, glassiamo l’interno dei coni. Riponiamoli sopra della carta forno e disponiamoli in freezer. Adesso prepariamo il gelato montando la panna freddissima con una planetaria a cui avremo aggiunto un cucchiaino di zucchero e la vanillina e a metà inseriamo gradualmente il latte condensato precedentemente riposto in frigorifero continuando a montare. Ricordiamoci che per la buona riuscita sia la panna che la frusta devono essere freddissime e se possibile anche la ciotola. Una volta ottenuta una panna soffice e gonfia aggiungiamo il topping e continuiamo a montare. Con l’aiuto di un cucchiaino versiamo dentro ai coni la crema di gelato fino a riempirli completamente e poi, dopo averli coperti con della pellicola trasparente, disponiamoli in piedi su del polistirolo oppure dei vassoi forati. Riponiamo dentro il freezer per farlo indurire. Trascorse quattro ore, aiutandoci con uno spallinatore per gelato da sei cm. circa, mettiamo una pallina di gelato sopra ad ogni cono e successivamente riponiamoli in piedi in freezer fino a quando il gelato non si sarà completamente solidificato. Se occorre attendiamo che il gelato si ammorbidisca un poco prima di adagiare la pallina sul cono. Anche in questo caso se dovesse avanzare del gelato conserviamolo per qualche giorno in freezer.

2

Sciogliamo a bagnomaria il resto del cioccolato e non appena tiepido mettiamo 4 cucchiai colmi di olio di semi, versiamo in un bicchiere e aggiungiamo un paio di pugni di granella di nocciole fino a quando immergendo un cucchiaino non vedremo il cioccolato completamente ricoperto. Immergiamo la parte superiore del cono dentro al cioccolato fino a rivestirlo e riponiamo in freezer per circa un’ora.

Utile da sapere!

Lo so che sono fissato, ma chi mi conosce sa bene che indico spesso nelle mie preparazioni le proteine della farina segnalate nell’etichetta della confezione. L’utilizzo di una farina con un quantitativo differente rispetto a quello della ricetta può determinare un risultato diverso dovendo richiedere un quantitativo di liquidi superiore o inferiore nonché dei diversi tempi di lievitazione, nel caso di prodotti lievitati. Per quanto riguarda il gelato preparato con i quantitativi di queste ricette, qualora dovesse avanzare, non è un problema. Potremo riporlo in freezer per qualche giorno dentro dei barattoli a chiusura ermetica.


La torta di compleanno per la mamma

Difficoltà

Media

Dosi Per

Vedasi ricette

Preparazione

1,30 Ore

Cottura

5 Minuti

Lista ingredienti per il pan di spagna della torta di compleanno della mamma

180 gr. di farina 00

180 gr. di zucchero

6 uova a temperatura ambiente

Una bustina di vanillina

Un pizzico di sale

Burro q.b.

Lista ingredienti per la crema chantilly all’italiana

10 tuorli d’uovo

1 litro di Latte intero fresco

100 gr. di amido di mais

210 g di zucchero

Scorza di limone biologico

Due bustine di vanillina

750 ml panna fresca da montare

50 gr. zucchero a velo vanigliato

Lista ingredienti per la bagna analcolica

200 ml di acqua

80 gr. di zucchero

Scorza di arancia o limone

Una fialetta da 1 ml di aroma a scelta

Lista ingredienti per la bagna alcolica (opzionale rispetto alla precedente)

200 ml di acqua

80 gr. di zucchero

1 bicchierino di liquore (rum o altro)

Lista ingredienti per la decorazione

Cioccolato fondente

granella di pistacchio

Una ciliegia candita

Scorze di arancia candita

Utensili richiesti

Stampo in silicone a semisfere 4,5 cm.

Carta forno

Teglie usa e getta

Una cucitrice

Procedimento per il pan di spagna

1

Per preparare la torta di compleanno per la mamma versiamo in una planetaria le uova a temperatura ambiente, lo zucchero, un pizzico di sale e azioniamola a velocità molto alta utilizzando il gancio per montare. Ci vorranno dai 10 ai 20 minuti (dipende dalla potenza dell’impastatrice) prima di ottenere un composto ben sodo come se fosse panna.

2

Togliamo il boccale dalla base, aggiungiamo la vanillina, un poco di farina setacciata e mescoliamo delicatamente con una spatola con dei movimenti dall’alto verso il basso per non fare smontare il nostro composto. Continuiamo fino a quando non avremo inserito tutta la farina. Le operazioni di questo passaggio sono le più delicate perché se si inserisce troppa farina alla volta si rischia di non incorporarla bene e di creare delle bolle di farina, e se si mescola non in modo adeguato si rischia di smontare il composto.

3

Imburriamo una tortiera, spolveriamo della farina e versiamo il composto facendo attenzione a non livellarlo per non farlo smontare. Potremo invece muoverla con le mani da destra verso sinistra in modo da distribuire per bene il composto in tutta la superficie. Inforniamo in forno statico a 180 gradi e facciamo cuocere dai 30 ai 40 minuti. I tempi di cottura dipenderanno dal tipo di forno e per verificare la cottura facciamo la prova stecchino facendo attenzione a non aprire il forno nei primi 25 minuti perché altrimenti il composto si sgonfierà. Una volta cotto spegniamo il forno ed aspettiamo circa 5 minuti prima di tirarlo fuori. Adesso ribaltiamolo su una gratella e facciamolo raffreddare completamente.

Procedimento per la crema chantilly all’italiana

1

Versiamo il latte in un pentolino, aggiungiamo la buccia del limone, facciamolo riscaldare e una volta caldo spegniamo la fiamma. Attenzione perché non dovremo farlo bollire. Nel frattempo sbattiamo i tuorli con lo zucchero aiutandoci con uno sbattitore elettrico fino a quando non otterremo un composto chiaro e spumoso. Aggiungiamo l’amido di mais setacciato in piccole parti, la vanillina e continuiamo a mescolare con lo sbattitore. A questo punto versiamo il latte caldo a filo continuando a mescolare con lo sbattitore elettrico. Una volta inserito tutto il latte trasferiamo il composto nel tegame in cui abbiamo precedentemente riscaldato il latte, poniamolo sul fuoco basso e continuiamo a mescolare energicamente. Appena sarà trascorso un minuto circa dal primo bollore spegniamo il fuoco e continuiamo a mescolare per circa un altro minuto al fine di raffreddare la crema e renderla più liscia. Versiamo la crema dentro ad una ciotola e copriamo con della pellicola trasparente a contatto in modo che non si formi la pellicina. Trasferiamo in frigorifero fino a quando non si sarà raffreddata del tutto.

2

In una terrina versiamo la panna molto fredda ed iniziamo a montarla in planetaria con l’apposito gancio che avremo messo a raffreddare in freezer per circa due ore. A metà aggiungiamo lo zucchero a velo e continuiamo a montare.

3

Versiamo la panna montata a piccole dosi nella ciotola con la crema pasticcera e mescoliamo dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Procedimento per la bagna analcolica

1

In un pentolino versiamo l’acqua, lo zucchero, la buccia dell’agrume e scaldiamo a fuoco moderato mescolando di continuo fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. Lasciamo intiepidire, togliamo la buccia, aggiungiamo la fialetta di essenza e versiamo il liquido nell’apposito contenitore che ci servirà per distribuire la bagna sul pan di spagna.

Procedimento per la bagna alcolica

1

In un pentolino versiamo l’acqua, lo zucchero e scaldiamo a fuoco moderato mescolando di continuo fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. Lasciamo intiepidire, aggiungiamo il liquore e mescoliamo. Versiamo il liquido nell’apposito contenitore che ci servirà per distribuire la bagna sul pan di spagna.

Procedimento per assemblare la torta

1

Giriamo il pan di spagna ormai freddo nella sua posizione iniziale, tagliamolo in tre parti con un coltello oppure con l’apposito filo, disponiamo la base sul vassoio e irroriamolo con la bagna preparata in precedenza. Dovremo bagnare maggiormente i bordi in quanto sono quelli un po’ più secchi rispetto al resto. Adesso ricopriamo con la crema chantilly aiutandoci con una sac a poche e disponiamo sopra l’altro disco. Anche in questo caso irroriamo con la bagna e cospargiamo di crema. Infine copriamo con l’ultimo disco che ribalteremo in modo che in superficie rimanga la parte liscia del pan di spagna. Bagnamo anche quest’ultimo disco con la bagna. Più in generale dovremo bagnare in maniera graduale i dischi versando meno liquido in quello inferiore visto che durante il riposo in frigorifero riceverà anche quello dei dischi superiori. La quantità di bagna è leggermente superiore rispetto alle reali necessità.

2

Adesso con l’aiuto di una spatola distribuiamo la crema Chantilly lungo i bordi laterali e sulla superficie facendo attenzione a livellarla in maniera omogenea. Una volta terminato facciamo aderire sui bordi la granella di pistacchio ed infine distribuiamone un po’ anche in superficie lungo il perimetro. Facciamo riposare la torta in frigorifero.

3

Sulla destra disponiamo la ciliegia candita, ricaviamo dalla scorza d’arancia i petali e componiamo il nostro fiore. Nel frattempo facciamo sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria, creiamo una una sac a poche ricavata con della carta forno con un beccuccio piccolo e stretto in modo che non fuoriesca troppo cioccolato e scriviamo sulla torta le frasi che desideriamo. Distribuiamo ancora un po’ di granella di pistacchio e riponiamo la torta in frigorifero fino a quando non la serviremo.

Utile da sapere!

Se decidiamo di preparare il pan di spagna per realizzare la torta di compleanno per la mamma il giorno prima, una volta raffreddato lasciamolo sulla gratella, copriamolo con uno strofinaccio, poi inseriamolo dentro ad una vecchia federa e riponiamolo dentro ad un luogo chiuso come ad esempio un armadio. Questo eviterà che si secchi.