La ricetta in un racconto

Tutte le volte che vado a trovare mia sorella Roberta a Palermo, la domanda che mi pone intorno alle 19.30 è sempre la stessa: cosa mangiamo stasera? Io mi soffermo un attimo a pensare (soprattutto penso che a Milano molti miei amici a quell’ora hanno appena iniziato a cenare) e senza esitazione rispondo: le girelle di carne. A quel punto dopo qualche sua controproposta andata inevitabilmente bocciata ci rechiamo, con molta calma, presso la sua macelleria di fiducia, stacchiamo il biglietto e pazientemente aspettiamo il nostro turno… A quel punto dopo una tizia che compra 4 callozzi (nodi) di salsiccia, un’altra che chiede due felle (fette) di cotoletta, un’altra ancora che prende 4 spitini (spiedini) e la Sig.ra Lia, non so perché ma sta tizia la becchiamo sempre, che si accatta (si copra) un po’ di musso e carcagnola (i nervetti per dirla alla milanese), finalmente arriva il nostro turno intorno alle 20,15. Immagino che vi starete sicuramente chiedendo a che ora si cena a Palermo. Beh, fate i vostri conti, senza dimenticare che dopo la macelleria ci sono altre commissioni da fare. 😁

Tutte le volte che vado a trovare mia sorella Roberta a Palermo, la domanda che mi pone intorno alle 19.30 è sempre la stessa: cosa mangiamo stasera? Io mi soffermo un attimo a pensare (soprattutto penso che a Milano molti miei amici a quell’ora hanno appena iniziato a cenare) e senza esitazione rispondo: le girelle di carne. A quel punto dopo qualche sua controproposta andata inevitabilmente bocciata ci rechiamo, con molta calma, presso la sua macelleria di fiducia, stacchiamo il biglietto e pazientemente aspettiamo il nostro turno… A quel punto dopo una tizia che compra 4 callozzi (nodi) di salsiccia, un’altra che chiede due felle (fette) di cotoletta, un’altra ancora che prende 4 spitini (spiedini) e la Sig.ra Lia, non so perché ma sta tizia la becchiamo sempre, che si accatta (si copra) un po’ di musso e carcagnola (i nervetti per dirla alla milanese), finalmente arriva il nostro turno intorno alle 20,15. Immagino che vi starete sicuramente chiedendo a che ora si cena a Palermo. Beh, fate i vostri conti, senza dimenticare che dopo la macelleria ci sono altre commissioni da fare. 😁

Le girelle di carne le ho scoperte in età adulta e non facendo parte della tradizione della mia famiglia, ho dovuto fare alcune sperimentazioni prima di trovare la ricetta che a mio avviso potesse considerarsi quella perfetta o che comunque si avvicinasse a quelle che mangio a Palermo. Non trovandole a Milano le preparo spesso e poi le surgelo in modo da avere una scorta sempre a disposizione quando, intorno alle 19.30, mi domando: ma stasera cosa mangio? 😆

Difficoltà

Media

Dosi Per

6 Persone

Preparazione

1 Ora

Cottura

10 Minuti

Lista ingredienti

600 gr. di carne trita di manzo scelta

2 uova

40 gr. di pangrattato

100 gr. di parmigiano grattugiato

Sale q.b.

Prezzemolo q.b

N. 4 fette di prosciutto cotto

Formaggio gustoso a fette es. provoletta

100 gr. di spinaci surgelati

Procedimento

1

In una terrina mettiamo la carne trita, il sale, il formaggio grattugiato, il pangrattato, le uova, il prezzemolo tagliato molto piccolo ed impastiamo il tutto.

2

Disponiamo l’impasto sopra dei fogli di carta forno e aiutandoci con un mattarello diamogli una forma rotonda di circa 30×30 cm. Definiamo i bordi con l’aiuto di una spatola.

3

Mettiamo sulla superficie il prosciutto, il formaggio a fette, gli spinaci freddi privati dall’acqua e tagliati a piccoli pezzetti e, aiutandoci con la carta forno, arrotoliamolo su se stesso in maniera ben stretta. Separiamolo dalla carta e facciamo una pressione dall’esterno dei bordi verso il centro in modo da compattare bene la carne. Dovremo ricavare un polpettone che riavvolgeremo nella carta forno sigillandolo come una caramella.

4

Poniamo in frigorifero per circa un’ora in modo che si solidifichi e successivamente tagliamolo a fette.

5

Riscaldiamo una padella antiaderente e senza aggiungere olio cuociamo le girelle da entrambi i lati. Servire calde con un contorno.

Utile da sapere!

Per ottenere una carne più facile da tagliare diminuiamo la temperatura del frigorifero durante il tempo di riposo. Le girelle di carne si possono conservare in freezer dentro dei sacchetti per congelare i cibi.

Commenti (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.